GREEN PASS COVID 19 ITALIA ED ESTERO

GREEN PASS IN ITALIA. COSA SUCCEDE PER IL TRASPORTO? QUALI OBBLIGHI?

Da oggi, 15 Ottobre 2021, scatta l’obbligo di mostrare il green pass su tutti i posti di lavoro. Per poter accedere alle aziende bisognerà essere vaccinati o guariti dal covid-19 o mostrare un certificato di un tampone negativo dentro delle 48 ore. Questo mette in crisi tutto il settore del trasporto e della movimentazione dato che sul nostro territorio circolano milioni di veicoli durante il giorno e milioni di persone hanno la necessità di accedere alle aziende per motivi di documentazione e consegne merce.

E se arriva un camion dall’estero dove l’obbligo del green pass non è richiesto e deve entrare in un’azienda per scaricare la merce? Come deve comportarsi? Potrà portare a termine il proprio lavoro?

Sono molte le domande che a tutti noi vengono alla mente e le risposte non sono così facili da trovare. Ecco una risposta a questo grande quesito:

 

All’ingresso in Italia degli autotrasportatori provenienti dall’estero in linea con le cosiddette “corsie verdi” continuano ad applicarsi fino al 31 dicembre le disposizioni contenute nel Dpcm 2 marzo 2021. Dunque al personale a bordo dei mezzi di trasporto provenienti dall’estero e non in possesso di green pass (o vaccinati con sieri non riconosciuti nel nostro paese) è quindi consentito, come già previsto dalle regole vigenti, esclusivamente l’accesso ai luoghi deputati alle operazioni di carico/scarico delle merci a condizione che dette attività vengano svolte da altri.

GREEN PASS COVID 19 ITALIA ED ESTERO

GREEN PASS COVID 19 ITALIA ED ESTERO